Bagna cauda vegana

Ovviamente esistono già varie versioni della bagna cauda vegana (come di quella tradizionale del resto), queste sono le mie dosi e per il procedimento ho seguito quello di mia madre.
Facendolo cuocere per un po' di tempo nel latte, l'aglio diventa un po' più digeribile.
Per lo stesso giorno e quello successivo non avrete una vita sociale, ma ne vale la pena!


120 g di noci
12 g di alga hiziki
1 cucchiaio di capperi sotto sale
2 cucchiai di olive nere al forno
6 spicchi d'aglio
500 ml di latte di soia
300 ml di panna
150 ml di olio extravergine d'oliva
sale

Mettere a mollo l'alga per 20 minuti,sciacquarla e farla cuocere in acqua bollente per altri 10, scolarla e metterla da parte.
Nella pentola di coccio far scaldare una parte del latte con gli spicchi d'aglio tritati. Far cuocere a fiamma bassa per 10 minuti. Nel frattempo frullare insieme l'alga ben strizzata, le olive denocciolate, i capperi dissalati e un po' di latte preso dal totale.
Versare la cremina ottenuta nella pentola, aggiungere le noci tritate, il latte rimanente e l'olio. Mescolare bene e far cuocere a fuoco basso per 30 minuti. Infine versare la panna, aggiustare di sale, far riprendere il bollore, cuocere ancora qualche minuto e servire.

come accompagnamento:
crudi:
foglie di cavolo verza 
sedano
tofu tagliato a cubetti

cotti:
patate
topinambur
cardi

carote sia cotte che crude